AIRAM - Centro Medico Via Lame, 165 - 40013
Castel Maggiore
BOLOGNA
Mail. info@centromedicoairam.it Tel. 051 705818 / 051 702188 Cel. 334 7761703 Fax. 051 4179822

Laser odontoiatrico: la tecnologia di Airam per la parodontite e l’estetica

Il laser utilizzato in odontoiatria del Centro medico AIRAM

L’utilizzo del laser in varie discipline è sempre più comune, perché è una tecnologia molto versatile che risolve diversi problemi che vengono affrontati da dermatologi, neurochirurghi e odontoiatri.

Il laser a diodi che usiamo ad Airam ha una radiazione di 810 nm ed è impiegato per il taglio, la coagulazione, la distruzione tissutale, ma è anche uno strumento per terapie come la biostimolazione, decontaminazione, disinfiammazione.

La sorgente laser emette una radiazione ad altissima potenza su una superficie molto piccola. L’effetto terapeutico e chirurgico dipende dall’interazione tra il raggio laser e il tessuto da trattare.

L’assorbimento di energia da parte dei tessuti dipende sia dalle caratteristiche del tessuto (colore, proprietà di assorbimento, riflessione di acqua, pigmenti, emoglobina e altre sostanze), sia da quelle del laser stesso (lunghezza d’onda, potenza effettiva, modalità d’irraggiamento).

In odontoiatria non solo è utile il laser per i denti, ma diventa fondamentale nella cura di malattie come la parodontite (chiamata anche piorrea).

Una cura efficace contro la parodontite

La piorrea è una malattia delle gengive che genera la loro infiammazione e il sanguinamento ed evolve fino alla formazione di tasche cariche di batteri che fanno ritirare questa importante struttura del parodonto. Tutto questo provoca il riassorbimento dell’osso e l’instabilità del dente, il quale può arrivare a cadere definitivamente.

La piorrea inizia da un disturbo gengivale che non viene trattato e che deriva dalla placca che si deposita sul bordo gengivale, sia al di sotto sia al di sopra.

Quindi la malattia parodontale interessa gengive, osso e legamento, ovvero tutto il parodonto che sostiene saldamente i denti.

Il laser dentale attacca il tartaro rendendolo più debole e semplificandone l’asportazione, inoltre uccide tutti i batteri che si annidano nelle tasche gengivali.

La laserterapia dentistica del centro medico Airam

Piorrea e cura laser

Come abbiamo appena visto, la piorrea (o parodontite) non è una patologia da sottovalutare.

Le principali norme per non andare incontro a questa malattia sono la cura dell’igiene dentale a casa, utilizzando correttamente spazzolino e filo interdentale, e le regolari visite di controllo dal dentista durante le quali fare anche la pulizia professionale dei denti.

Quando nonostante tutto si è colpiti dalla parodontite, il laser a diodi in odontoiatria diventa uno strumento molto efficace.

Il laser odontoiatrico non rigenera l’osso, ma fa diminuire notevolmente l’infiammazione e il gonfiore delle gengive e, di conseguenza, riduce il vacillamento dei denti.

È giusto dire che il laser non è miracoloso, ma aiuta le classiche terapie usate per combattere la piorrea.

Parodontite e laser: ecco quali sono i vantaggi

I dentisti che usano il laser e i pazienti trattati con questo strumento riscontrano tantissimi benefici sia nella cura delle parodontiti gravi, sia di quelle meno problematiche.

I principali vantaggi del laser dentale sono:

  • Eliminazione dei batteri che causano la parodontite (anche in zone in cui non sono efficaci i farmaci);
  • Evita gli interventi chirurgici che normalmente sono l’unica cura per gli stadi avanzati della malattia parodontale;
  • Interruzione immediata del sanguinamento gengivale;
  • Chiusura delle tasche paradontali;
  • Rigenerazione dei tessuti;
  • Eliminazione/Diminuzione della mobilità dentale;
  • Assenza di anestesia durante la terapia.

Oltre a tutti questi fattori positivi, la laserterapia dei denti e delle gengive è molto più efficace di altri metodi ed è impiegata con successo anche per le recidive.

La biostimolazione laser in odontoiatria permette la duplicazione cellulare nei tessuti trattati senza creare alterazioni delle strutture.

Infine non è da sottovalutare il risparmio di denaro dei pazienti che decidono di curare la piorrea con questa innovativa terapia.

Laser a diodi in odontoiatria: sono numerose le applicazioni

Oltre a garantire ottimi risultati nel debellare la parodontite, il laser odontoiatrico è impiegato dai dentisti per:

  • Gengivectomia;
  • Gengivoplastica;
  • Frenulectomia;
  • Papillectomie orali;
  • Emostasi;
  • Rimozione neoformazioni;
  • Cura degli ascessi;
  • Sterilizzazione dei canali fistolosi;
  • Decontaminazione canale radicolare;
  • Incappucciamenti diretti;
  • Decontaminazione cavità;
  • Scappucciamento impianti;
  • Perimplantiti Solco preimpronta;
  • Pretrattamento dei monconi;
  • Chirurgia preprotesica;
  • Lesioni Afose e lesioni Erpetiche;
  • Leucoplachie e Lichen Ruben Planus;
  • Sbiancamento e desensibilizzazione dei denti.

Il laser dentale del Centro Medico Airam

L’evoluzione dei laser ad uso odontoiatrico permette oggi ai dentisti di svolgere più semplicemente e con notevoli vantaggi operazioni senza causare dolore e sanguinamento.

È una tecnologia che garantisce cure che durano nel tempo, è molto versatile e veloce.

Il laser consente di fare interventi importanti come quelli sui frenuli, sulle neoformazioni orali, sul rimodellamento delle gengive, senza causare inestetiche cicatrici.

Anche l’herpes, quella che chiamiamo febbre del labbro, può essere curato con questo metodo innovativo in modo veloce, senza dolore e senza decorso post trattamento. In questo caso gli interventi di laserterapia sono un paio della durata di una decina di minuti.

La biostimolazione aiuta i tessuti a rigenerarsi rapidamente e a curare le lesioni senza particolari complicazioni.

Il laser è usato anche per migliorare il proprio aspetto. Infatti si possono sbiancare i denti ed eliminare dal viso macchie della pelle, acne, rosacee, cheratosi e tanti altri piccoli inestetismi.

Inoltre è impiegato nell’epilazione e nella riduzione delle lesioni vascolari come spider, emangiomi e teleangectasi.