AIRAM - Centro Medico Via Lame, 165 - 40013
Castel Maggiore
BOLOGNA
Mail. info@centromedicoairam.it Tel. 051 705818 / 051 702188 Cel. 334 7761703 Fax. 051 4179822

Blog

TRAPIANTO DI CAPELLI: UNA SOLUZIONE VELOCE E PERMANENTE ALLA CALVIZIE

La calvizie e il diradamento dei capelli sono un evento che colpisce un uomo adulto su tre. Nel loro cuoio capelluto, con gli anni, avviene una progressiva atrofia dei bulbi piliferi con conseguente caduta dei capelli.

La causa è prevalente ormonale, legata cioè all’azione degli ormoni sui follicoli piliferi di alcune aree precise (aree frontali e superiori del capo). In altre aree (zone parietali ed occipitali) per la diversità dei recettori ormonali che li caratterizzano, i capelli non cadono.

Oggi le aree del cuoio capelluto affetto da calvizie o da diradamento dei capelli possono essere rinfoltite grazie alle tecniche di trapianto.

Si ottiene cosi una ridistribuzione omogenea dei capelli.

 

Come funziona il trapianto di capelli

Queste tecniche chirurgiche prevedono il prelievo di bulbi piliferi da aree donatrici dove la capigliatura è più folta (di solito della zona occipitale) che vengono impiantati nelle aree carenti ossia in zone dove è maggiore il diradamento.

Si tratta di micro-autotrapianti di capelli prelevati, assieme al follicolo pilifero vivo.

I bulbi impiantati conservano il ciclo vitale che avevano nella zona in cui sono stati prelevati perciò il trattamento assume un carattere definitivo: le aree trapiantate non richiedono successive cure poiché i capelli trapiantati cresceranno normalmente per tutta la vita.

Le tecniche chirurgiche più attuali prevedono il prelievo di piccole strisce di cuoio capelluto. Da queste micro strisce sono poi prelevate le singole unità follicolari che sono impiantate “una a una” nelle aree che hanno bisogno di rinfoltimento (trapianto monobulbare). La tecnica dei micro impianti, a differenza delle pregresse tecniche ad isola, permette poi di seguire il verso di crescita naturale dei capelli donando risultati di notevole naturalezza. Questi interventi sono eseguiti in day surgery e in anestesia locale con una blanda sedazione.

 

Quali controindicazioni all’intervento possono esserci?

Le controindicazioni all’intervento di trapianto di capelli possono essere:

  • Patologie del cuoio capelluto tipo alopecia, psoriasi;
  • Malattie sistemiche come diabete o difetti della coagulazione;
  • Aree donatrici insufficienti;
  • Capelli estremamente sottili e fragili.

 

Un risultato permanente

Il trapianto di capelli è una tecnica chirurgica che permette di rinfoltire permanentemente tutti coloro che sono affetti da calvizie o diradamento.

I capelli cresceranno naturalmente dopo tre mesi dall’intervento e, considerando la crescita naturale di un centimetro al mese, solo dopo un anno si potrà apprezzare una bella capigliatura.

Attenzione però! Il risultato che si ottiene spesso è al di sotto delle aspettative. Non perché l’intervento è mal riuscito ma perché, spesso le attese di chi si sottopone a queste procedure sono irrealistiche. È per questo che è importante affidarsi a uno specialista per una visita volta a capire i reali benefici che sono raggiungibili dal paziente. Se hai bisogno di una soluzione permanente e definitiva alla calvizie contattaci subito!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.