AIRAM - Centro Medico Via Lame, 165 - 40013
Castel Maggiore
BOLOGNA
Mail. info@centromedicoairam.it Tel. 051 705818 / 051 702188 Cel. 334 7761703 Fax. 051 4179822

Blog

RIMOZIONE PROTETTA DELLE OTTURAZIONI DI AMALGAMA

Nel precedente post abbiamo parlato esaurientemente delle otturazioni dentarie in amalgama d’argento. Abbiamo esposto le varie filosofie di pensiero sulla loro ipotetica tossicità e siamo giunti a conclusione, supportati da tantissimi studi scientifici, che sotto l’aspetto della tossicità, la loro rimozione non è obbligatoria (in Italia è ne è solamente controindicato l’uso nei bambini e nelle donne incinte).

Ne è però indicata la sostituzione

  • In presenza di reazioni allergiche e intolleranze legate ai metalli che lo compongono.
  • Per esigenze estetiche del paziente per riappropriarsi di un sorriso, bianco e luminoso, a differenza dell’effetto spesso creato dalle vecchie otturazioni in amalgama, che causano evidenti alterazioni cromatiche dei denti.
  • Per la sopraggiunta inadeguatezza della ricostruzione da carie secondaria o da frattura.

 

Rischi durante la rimozione dell’amalgama

Qualora, per i motivi su indicati, si dovesse sostituire un’otturazione in amalgama, la cosa migliore da fare è rivolgersi esclusivamente presso una clinica odontoiatrica riconosciuta e specializzata.

La rimozione delle vecchie amalgame con l’utilizzo della turbina odontoiatrica (il cosi detto trapano) provoca sostanzialmente 2 eventi di rischio che vanno gestiti in maniera appropriata:

  • Inquinamento ambientale: la frammentazione delle otturazioni porta alla formazione di detriti che non devono essere smaltiti nelle normali acque reflue dello scarico fognario. Da quest’anno in Italia, un Decreto Legge impone che i Centri che praticano la rimozione delle amalgame, debbano essere dotati dei cosidetti separatori d’amalgama, ovvero speciali filtri posti alle poltrone odontoiatriche sulla linea dell’aspirazione chirurgica in grado di trattenere i residui della demolizione delle otturazioni. Tali residui, inseriti in appositi contenitori, sono poi avviati, come rifiuti tossici speciali ai Centri di Stoccaggio e Discarica.
  • Tossicità da mercurio: la nebulizzazione di particelle di metallo contenenti mercurio che è altamente tossico per l’organismo umano, impone l’utilizzo di una serie di dispositivi atti a evitare la contaminazione da mercurio sia per il paziente sia per gli operatori.

 

Protocollo di rimozione protetta dell’amalgama dentale

  1. Isolamento con diga di gomma. Una speciale membrana in lattice o in nitrile è agganciata al dente da trattare isolandolo completamente dal resto della cavità orale.
  2. Protezione occhi del paziente. Il volto e gli occhi del paziente devono essere coperti con degli specifici teli monouso inumiditi con un prodotto chelante del mercurio.
  3. Protezione degli operatori. Anche il dentista e l’assistente devono proteggersi dai vapori di mercurio che l’amalgama rilascia con idonei camici e mascherine monouso.
  4.  Aspirazione specifica. Durante la rimozione sono utilizzati dei potenti aspiratori ai quali sono applicate specifiche mini-cappette di plastica (clean-up) che aumentano la canalizzazione e limitano lo spargimento dei vapori tossici.
La rimozione dell'amalgama dentale
La rimozione protetta dell'amalgama

Il protocollo è regolarmente attuato dagli specialisti Odontoiatri di Airam Centro Medico. Vuoi rimuovere l’amalgama in modo sicuro e protetto? Prenota subito una visita nel nostro Centro Medico Privato. I nostri specialisti ti aspettano.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.