AIRAM - Centro Medico Via Lame, 165 - 40013
Castel Maggiore
BOLOGNA
Mail. info@centromedicoairam.it Tel. 051 705818 / 051 702188 Cel. 334 7761703 Fax. 051 4179822

Blog

MAL DI DENTI: COSA FARE E COSA SAPERE

Chi non ha mai sofferto di mal di denti?

Prima o poi, spesso preceduto da avvisaglie (sensibilità al caldo o freddo) e raramente come un fulmine a ciel sereno, tutti abbiamo fatto i conti con il mal di denti.

Un dolore continuo, pulsante e penetrante che si accentua con la masticazione o come risposta a stimoli termici e\o chimici.

 

Le Cause del Mal di Denti

Generalmente le cause del mal di denti (in gergo medico odontalgia) possono essere legate a:

  • Infezione dentale o gengivale
  • Nevralgie (del nervo trigemino)
  • Cause di origine psicologica (senza una causa identificabile)
  • Cause di origine fisiologica (collegati per esempio al normale ricambio dentario)

 

Nello specifico possiamo dividere le cause in:

Infettive. Nella cavità orale sono normalmente presenti numerosissimi ceppi di batteri patogeni che tuttavia presentano nella normalità una bassa virulenza. La scrupolosa igiene orale quotidiana in presenza di denti e gengive integri, permette di mantenere questa carica batterica nei limiti fisiologici. Viceversa fenomeni infiammatori a varia origine facilmente innescano la carica batterica già presente diventando subito sede d’infezione. Ne citiamo alcune:

  • Pulpite: la carie profonda di un dente porta all’infezione della polpa dentaria (tessuto vascolo\nervoso all’interno del dente). Quando avviene l’interessamento della polpa il dolore che si genera è di solito acuto, penetrante, tipicamente pulsante e abbastanza resistente ai comuni farmaci antidolorifici;
  • Ascesso dentale: l’infezione riguarda i tessuti di sostegno del dente (gengiva, legamento parodontale, alveolo) che per cause diverse possono andare incontro a un accumulo di materiale purulento. Al dolore continuo si associa ben presto il classico gonfiore della guancia o del mento;
  • Gengivite – alveolite: anche le gengive cosi come gli alveoli possono essere sede d’infezione che si sviluppa per cause diverse. Il dolore che si genera è di solito più ingravescente e resistente ai più comuni antinfiammatori.

Non infettive. Un mal di denti può generarsi anche per cause non collegabili (almeno nelle fasi iniziali) a un’infezione. Ne citiamo alcune:

  • Ipersensibilità dentinale: l’eccessiva sensibilità dei denti a diversi stimoli produce dolore acuto, trafittivo e violento che in genere si risolve dopo qualche minuto allontanando lo stimolo che lo ha prodotto. L’esposizione dentinale ne è la causa;
  • Trauma dentario: anche i denti possono subire in corso d’incidenti violenti, traumatismi di varia entità che possono andare dalla lieve scheggiatura alla frattura vera e propria fino alla perdita completa del dente. Il dolore che ne deriva sarà spesso proporzionato al grado del trauma subito;
  • Ricambio dentario: nei bambini, il normale turnover dentario si accompagna spesso a fasi d’infiammazione gengivale che è causa di mal di denti. Negli adolescenti è tipico il mal di denti generato dall’eruzione dei denti del giudizio.

Extraorali. Il mal di denti può anche non dipendere da cause dentarie. Ricordiamo: Le odontalgie collegate a otalgie (infiammazioni delle orecchie), sinusiti e nevralgie del trigemino. Una menzione a parte merita il mal di denti da stress e da depressione.

 

Come alleviare il Mal di Denti

Il mal di denti è un campanello d’allarme, un chiaro segnale che deve indurre subito a chiedere l’intervento del dentista. Tuttavia troppo spesso è banalizzato con conseguenze ben più gravi per la salute orale. Evitare il dentista soffocando un mal di denti patologico con cure antidolorifiche fai-da-te non può che ingigantire il danno nel lungo termine.

Prima della visita dal dentista, per arginare il mal di denti, si possono mettere in pratica alcuni consigli:

  • Assumere un farmaco antidolorifico: i più usati appartiene alla famiglia dei fans. Hanno un’attività sul sintomo dolore senza tuttavia risolvere la causa scatenante;
  • Applicare del ghiaccio sulla guancia: il freddo normalmente ha la capacità di lenire la sintomatologia;
  • Lavare accuratamente i denti: utilizzare acqua tiepida, uno spazzolino a setole morbide e ovviamente un dentifricio migliore se salino.

Speriamo che questi nostri consigli ti aiuteranno a combattere il tuo mal di denti!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.